Buongiorno,
domando al geom. Rossi la "formula magica" per importare un file .xy da cormap a geocat;
in particolare il file .xy del calcolo della georeferenziazione parametrica con adattamento mappa-rilievo;
nel mio caso geocat non importa il file .xy creato in cormap con la georeferenziazione di cui sopra detto;
versione cormap 5.04.0009 e geocat 4.14
saluti,
Mauro Isone

Buongiorno, domando al geom. Rossi la "formula magica" per importare un file .xy da cormap a geocat; in particolare il file .xy del calcolo della georeferenziazione parametrica con adattamento mappa-rilievo; nel mio caso geocat non importa il file .xy creato in cormap con la georeferenziazione di cui sopra detto; versione cormap 5.04.0009 e geocat 4.14 saluti, Mauro Isone

Mauro,

domando al geom. Rossi la "formula magica" ...

se questa tua entrata era sarcastica ... sappi che non è per niente gradita.

per importare un file .xy da cormap a geocat;
in particolare il file .xy del calcolo della georeferenziazione parametrica con adattamento mappa-rilievo;
nel mio caso geocat non importa il file .xy creato in cormap con la georeferenziazione di cui sopra detto;
versione cormap 5.04.0009 e geocat 4.14

Questa tua richiesta non ha molto senso, ti spiego:

  • tu stai dicendo che hai calcolato la rototraslazione ai minimi quadrati direttamente su CorrMap;
  • poi vorresti importare i punti rototraslati su Geocat. Ma per fare cosa se la rototraslazione l'hai già eseguita in CorrMap?

Il senso di esportare i punti da CorrMap per importarli in Geocat è quello di calcolare la rototraslazione su Geocat quando non puoi farlo direttamente in CorrMap (perché ad esempio hai più fogli di mappa), oppure perché ti trovi meglio a calcolarla su Geocat. Ma se l'hai già svolta su CorrMap, hai già tutto su questo programma, incluso anche il comando che ti calcola i dati di tracciamento.

Se invece volevi dire qualcos'altro che mi sfugge, fammelo sapere.

Mauro, >domando al geom. Rossi la "formula magica" ... se questa tua entrata era sarcastica ... sappi che non è per niente gradita. > per importare un file .xy da cormap a geocat; >in particolare il file .xy del calcolo della georeferenziazione parametrica con adattamento mappa-rilievo; >nel mio caso geocat non importa il file .xy creato in cormap con la georeferenziazione di cui sopra detto; >versione cormap 5.04.0009 e geocat 4.14 Questa tua richiesta non ha molto senso, ti spiego: - tu stai dicendo che hai calcolato la rototraslazione ai minimi quadrati direttamente su CorrMap; - poi vorresti importare i punti rototraslati su Geocat. Ma per fare cosa se la rototraslazione l'hai già eseguita in CorrMap? Il senso di esportare i punti da CorrMap per importarli in Geocat è quello di calcolare la rototraslazione su Geocat quando non puoi farlo direttamente in CorrMap (perché ad esempio hai più fogli di mappa), oppure perché ti trovi meglio a calcolarla su Geocat. Ma se l'hai già svolta su CorrMap, hai già tutto su questo programma, incluso anche il comando che ti calcola i dati di tracciamento. Se invece volevi dire qualcos'altro che mi sfugge, fammelo sapere.

A presto, geom. Gianni Rossi

Gianni,
la frase "formula magica" non è sarcastica ma è dipesa dal fatto che da cormap non si riescono a esportare i punti che il programma calcola adattando la mappa al rilievo.
Tali punti li devo esportare in topko ( che è il programma che utilizzo per le elaborazioni topografiche ), per eseguire delle valutazioni che interessano i riconfinamenti dove ci sono anche frazionamenti post88 e quindi eseguiti sui punti fiduciali.
Poi mi servirebbe la stampa della tabella di calcolo dell' adattamento mappa/rilievo da allegare al lavoro di riconfinamento o ancora meglio il formato excel della tabella perchè posso copiarla direttamente sul layout di stampa autocad per la consegna del lavoro.
Ho quindi elencato 2 motivi per cui ha senso avere l'export di questi punti in formato tabellare e ascii ( cioè nome punto,x,y ) che posso caricare direttamente su topko e tabellare per allegare la tabella sul layout di stampa finale autocad.5aa3cd939da8f.jpg
Ho provato anche a caricare il file .xy esportato da cormap a geocat ma non viene caricato nella tabella della rototraslazione di cui allego jpg.

Gianni, la frase "formula magica" non è sarcastica ma è dipesa dal fatto che da cormap non si riescono a esportare i punti che il programma calcola adattando la mappa al rilievo. Tali punti li devo esportare in topko ( che è il programma che utilizzo per le elaborazioni topografiche ), per eseguire delle valutazioni che interessano i riconfinamenti dove ci sono anche frazionamenti post88 e quindi eseguiti sui punti fiduciali. Poi mi servirebbe la stampa della tabella di calcolo dell' adattamento mappa/rilievo da allegare al lavoro di riconfinamento o ancora meglio il formato excel della tabella perchè posso copiarla direttamente sul layout di stampa autocad per la consegna del lavoro. Ho quindi elencato 2 motivi per cui ha senso avere l'export di questi punti in formato tabellare e ascii ( cioè nome punto,x,y ) che posso caricare direttamente su topko e tabellare per allegare la tabella sul layout di stampa finale autocad.![5aa3cd939da8f.jpg](serve/attachment&path=5aa3cd939da8f.jpg) Ho provato anche a caricare il file .xy esportato da cormap a geocat ma non viene caricato nella tabella della rototraslazione di cui allego jpg.

Mauro,
in CorrMap non ho previsto l'export della rototraslazione perché, una volta applicata, chi usa questo programma ha già tutti gli elementi che gli servono: il disegno CAD e il calcolo del tracciamento.
Su Geocat, invece, vengono importate semplicemente le coordinate cartografiche dei punti di inquadramento esportate da CorrMap per poter eseguire la rototraslazione direttamente su Geocat e non la rototraslazione calcolata su CorrMap (non avrebbe alcun senso).

Tali punti li devo esportare in topko ( che è il programma che utilizzo per le elaborazioni topografiche ), per eseguire delle valutazioni che interessano i riconfinamenti dove ci sono anche frazionamenti post88 e quindi eseguiti sui punti fiduciali.

Con CorrMap e Geocat in abbinata puoi risolvere qualsiasi tipo di riconfinazione, sia pre che post 2/88, e anche miste tra le due casistiche. Basterebbe che imparassi ad usarli bene, invece che continuare a fare "esperimenti".

Mauro, in CorrMap non ho previsto l'export della rototraslazione perché, una volta applicata, chi usa questo programma ha già tutti gli elementi che gli servono: il disegno CAD e il calcolo del tracciamento. Su Geocat, invece, vengono importate semplicemente le coordinate cartografiche dei punti di inquadramento esportate da CorrMap per poter eseguire la rototraslazione direttamente su Geocat e non la rototraslazione calcolata su CorrMap (non avrebbe alcun senso). >Tali punti li devo esportare in topko ( che è il programma che utilizzo per le elaborazioni topografiche ), per eseguire delle valutazioni che interessano i riconfinamenti dove ci sono anche frazionamenti post88 e quindi eseguiti sui punti fiduciali. Con CorrMap e Geocat in abbinata puoi risolvere qualsiasi tipo di riconfinazione, sia pre che post 2/88, e anche miste tra le due casistiche. Basterebbe che imparassi ad usarli bene, invece che continuare a fare "esperimenti".

A presto, geom. Gianni Rossi

175
viste
3
risposte
2
followers
anteprima
insirisce almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai citato %MENTIONS%, ma questi non possono vedere questo messaggio e non ne saranno notificati
Salvataggio...
Salvato
Tutti i post di questo topic saranno cancellati ?
Bozza in sospeso ... Clicca per riprendere l'editing
Annulla bozza