Ciao a tutti,

riporto di seguito la mia risposta ad un collega geometra che, prendendo spunto dalla mia proposta del corso "Il Valutatore Immobiliare Certificato", mi ha scritto una mail privata esprimendomi i suoi dubbi sull'attuale impostazione della formazione continua basata sui crediti.

Ritengo infatti che le sue considerazioni siano ragionevoli e condivise anche da molti altri colleghi, per cui mi farebbe piacere se anche altri frequentatori questo forum riportassero il loro pensiero sul tema.

avrei bisogno di un precisazione circa l'assegnazione dei C.F.P. seguendo i vostri corsi.
Giustamente i corsi sono indetti per una maggiore formazione tecnica, ma comunque sono indispensabili anche ai fini dell'ottenimento dei Crediti Formativi, altrimenti ognuno potrebbe "formare" la propria esperienza a proprio piacimento.

Pur essendo obbligatorio l’ottenimento dei crediti, l’offerta di formazione attualmente disponibile è talmente vasta che abbraccia tutte le possibili materie professionali di competenza di un geometra, il quale può quindi comunque indirizzare la propria formazione soltanto sulle tematiche di suo interesse.

La mia domanda può essere banale, ma anche logica, facendo un esempio molto ipotetico per comprensione.
Faccio il caso (puro esempio) che la mia professione sia indirizzata ad un settore tecnico completamente diverso dalle valutazioni immobiliari:

Come detto sopra, qualsiasi sia il settore tecnico da lei preferito nell’ambito della sua attività professionale, se lei svolge una semplice ricerca su internet troverà sicuramente corsi accreditati con CFP su quella materia e potrà maturare anche tutti i 60 CFP previsti nel triennio frequentando solo corsi su tale tematica.

pur seguendo puntualmente (come sempre fatto) ed apprezzando la validità del corso, non riuscissi (per qualsiasi motivo, anche di sfortuna o errore) a superare nessuno dei test predisposti,

Mi creda, questo problema non sussiste. Come avrà avuto modo di constatare lei stesso al corso “Tecniche di rilievo per lavori catastali e di riconfinazione” che ha frequentato con noi nel 2016, i test non sono sviluppati sulla base dell’esperienza data già per acquisita sulla materia del corso, ma sono concepiti solo per accertare che l’iscritto abbia diligentemente seguito la lezione.

Questo significa che per un corso “base” come “Il Valutatore Immobiliare Certificato”, se anche lei è completamente a digiuno della materia, riuscirà tranquillamente a superare i test semplicemente seguendo con attenzione le lezioni.

Pensi solo al fatto che i test dei nostri corsi vengono superati mediamente dal 95% degli iscritti.

Nel corso “Il Valutatore Immobiliare Certificato” basta superarne 3 su 8 per raggiungere l’80% e maturare i crediti. Mi creda ancora, se un iscritto non supera nemmeno 3 test, non è perché è novizio della materia, ma è perché non ha seguito le lezioni e vuole soltanto maturare i crediti senza il benché minimo sforzo. Ma allora è giusto che i crediti non li ottenga.

da ciò che ho compreso e visto fino ad oggi mi pare di capire che non viene assegnato alcun C.F.P. ed il corso di fatto diventa una informazione acquisita pressoché inutile ai fini della mia professione specifica e nullo ai fini della formazione professionale secondo Regolamento.

Le ribadisco che se la sua attività è maggiormente orientata, ad esempio, alla topografia e il catasto, non avrà alcun problema a frequentare (in ben 3 lunghi anni) corsi solo su questi temi per maturare tutti i 60 crediti.

Le faccio un esempio: noi del Collegio di Padova abbiamo riaccreditato anche per il 2018 il corso “Topografia per Catasto e riconfinazioni” tenuto nel 2017. È un corso suddiviso in n. 7 moduli in funzione di altrettanti argomenti che, se frequentati tutti e 7, danno ben 84 crediti. Come vede quindi, se lei volesse, può limitarsi a svolgere solo questo corso per sopperire all’obbligo dei crediti, senza bisogno di iscriversi a corsi su altre materie che non le interessano.

Vista sotto questo aspetto la questione non è proprio allettante, perché purtroppo è giusto impegnare del tempo per seguire i corsi, oltre che sostenerne i costi, ma sarebbe opportuno impegnarsi dove è possibile avere qualche risultato, quantomeno di regolarizzazione professionale.
Le esprimo questo dubbio per poter avere una precisazione in merito, prima di prendere alcune decisioni, sperando di avere compreso in modo errato come è predisposto questo tipo di formazione.

Credo di averle risposto con quanto sopra, ma se non fossi stato sufficientemente esauriente, mi risponda pure qui sul forum e sarò ben lieto di approfondire eventuali dubbi che le rimangono.

La ringrazio anticipatamente e attendo sue indicazioni.

Si figuri, sono io a ringraziarla per avermi dato lo spunto di esprimere a tutti i colleghi del forum le mie considerazioni sui punti da lei giustamente sollevati.

Ciao a tutti, riporto di seguito la mia risposta ad un collega geometra che, prendendo spunto dalla mia proposta del corso "Il Valutatore Immobiliare Certificato", mi ha scritto una mail privata esprimendomi i suoi dubbi sull'attuale impostazione della formazione continua basata sui crediti. Ritengo infatti che le sue considerazioni siano ragionevoli e condivise anche da molti altri colleghi, per cui mi farebbe piacere se anche altri frequentatori questo forum riportassero il loro pensiero sul tema. >avrei bisogno di un precisazione circa l'assegnazione dei C.F.P. seguendo i vostri corsi. Giustamente i corsi sono indetti per una maggiore formazione tecnica, ma comunque sono indispensabili anche ai fini dell'ottenimento dei Crediti Formativi, altrimenti ognuno potrebbe "formare" la propria esperienza a proprio piacimento. Pur essendo obbligatorio l’ottenimento dei crediti, l’offerta di formazione attualmente disponibile è talmente vasta che abbraccia tutte le possibili materie professionali di competenza di un geometra, il quale può quindi comunque indirizzare la propria formazione soltanto sulle tematiche di suo interesse. > La mia domanda può essere banale, ma anche logica, facendo un esempio molto ipotetico per comprensione. Faccio il caso (puro esempio) che la mia professione sia indirizzata ad un settore tecnico completamente diverso dalle valutazioni immobiliari: Come detto sopra, qualsiasi sia il settore tecnico da lei preferito nell’ambito della sua attività professionale, se lei svolge una semplice ricerca su internet troverà sicuramente corsi accreditati con CFP su quella materia e potrà maturare anche tutti i 60 CFP previsti nel triennio frequentando solo corsi su tale tematica. > pur seguendo puntualmente (come sempre fatto) ed apprezzando la validità del corso, non riuscissi (per qualsiasi motivo, anche di sfortuna o errore) a superare nessuno dei test predisposti, Mi creda, questo problema non sussiste. Come avrà avuto modo di constatare lei stesso al corso “Tecniche di rilievo per lavori catastali e di riconfinazione” che ha frequentato con noi nel 2016, i test non sono sviluppati sulla base dell’esperienza data già per acquisita sulla materia del corso, ma sono concepiti solo per accertare che l’iscritto abbia diligentemente seguito la lezione. Questo significa che per un corso “base” come “Il Valutatore Immobiliare Certificato”, se anche lei è completamente a digiuno della materia, riuscirà tranquillamente a superare i test semplicemente seguendo con attenzione le lezioni. Pensi solo al fatto che i test dei nostri corsi vengono superati mediamente dal 95% degli iscritti. Nel corso “Il Valutatore Immobiliare Certificato” basta superarne 3 su 8 per raggiungere l’80% e maturare i crediti. Mi creda ancora, se un iscritto non supera nemmeno 3 test, non è perché è novizio della materia, ma è perché non ha seguito le lezioni e vuole soltanto maturare i crediti senza il benché minimo sforzo. Ma allora è giusto che i crediti non li ottenga. > da ciò che ho compreso e visto fino ad oggi mi pare di capire che non viene assegnato alcun C.F.P. ed il corso di fatto diventa una informazione acquisita pressoché inutile ai fini della mia professione specifica e nullo ai fini della formazione professionale secondo Regolamento. Le ribadisco che se la sua attività è maggiormente orientata, ad esempio, alla topografia e il catasto, non avrà alcun problema a frequentare (in ben 3 lunghi anni) corsi solo su questi temi per maturare tutti i 60 crediti. Le faccio un esempio: noi del Collegio di Padova abbiamo riaccreditato anche per il 2018 il corso “Topografia per Catasto e riconfinazioni” tenuto nel 2017. È un corso suddiviso in n. 7 moduli in funzione di altrettanti argomenti che, se frequentati tutti e 7, danno ben 84 crediti. Come vede quindi, se lei volesse, può limitarsi a svolgere solo questo corso per sopperire all’obbligo dei crediti, senza bisogno di iscriversi a corsi su altre materie che non le interessano. >Vista sotto questo aspetto la questione non è proprio allettante, perché purtroppo è giusto impegnare del tempo per seguire i corsi, oltre che sostenerne i costi, ma sarebbe opportuno impegnarsi dove è possibile avere qualche risultato, quantomeno di regolarizzazione professionale. Le esprimo questo dubbio per poter avere una precisazione in merito, prima di prendere alcune decisioni, sperando di avere compreso in modo errato come è predisposto questo tipo di formazione. Credo di averle risposto con quanto sopra, ma se non fossi stato sufficientemente esauriente, mi risponda pure qui sul forum e sarò ben lieto di approfondire eventuali dubbi che le rimangono. > La ringrazio anticipatamente e attendo sue indicazioni. Si figuri, sono io a ringraziarla per avermi dato lo spunto di esprimere a tutti i colleghi del forum le mie considerazioni sui punti da lei giustamente sollevati.

A presto, geom. Gianni Rossi

Ciao Gianni
ho letto con interesse quanto esposto dal collega geometra.
Ho anche letto quello che tu hai risposto.
Francamente (e chi più di me può dirlo smile ...) trovo le tue argomentazioni più che rispondenti a quanto è l'orientamento normativo.
Vorrei provare a "ripercorrere" i passi che hai evidenziato della mail

Ciao a tutti,

riporto di seguito la mia risposta ad un collega geometra che, prendendo spunto dalla mia proposta del corso "Il Valutatore Immobiliare Certificato", mi ha scritto una mail privata esprimendomi i suoi dubbi sull'attuale impostazione della formazione continua basata sui crediti.

Ritengo infatti che le sue considerazioni siano ragionevoli e condivise anche da molti altri colleghi, per cui mi farebbe piacere se anche altri frequentatori questo forum riportassero il loro pensiero sul tema.

avrei bisogno di un precisazione circa l'assegnazione dei C.F.P. seguendo i vostri corsi.
Giustamente i corsi sono indetti per una maggiore formazione tecnica, ma comunque sono indispensabili anche ai fini dell'ottenimento dei Crediti Formativi, altrimenti ognuno potrebbe "formare" la propria esperienza a proprio piacimento.

Pur essendo obbligatorio l’ottenimento dei crediti, l’offerta di formazione attualmente disponibile è talmente vasta che abbraccia tutte le possibili materie professionali di competenza di un geometra, il quale può quindi comunque indirizzare la propria formazione soltanto sulle tematiche di suo interesse.

Vorrei solo sottolieneare (scuca Gianni non me ne volere) che parlado di "seguendo i vostri corsi" non vorrei che il collega pensasse che SOLO seguendo questi corsi si ha l'assegnazione dei C.F.P....più oltre lo ribadisci comunque anche tu

La mia domanda può essere banale, ma anche logica, facendo un esempio molto ipotetico per comprensione.
Faccio il caso (puro esempio) che la mia professione sia indirizzata ad un settore tecnico completamente diverso dalle valutazioni immobiliari:

Come detto sopra, qualsiasi sia il settore tecnico da lei preferito nell’ambito della sua attività professionale, se lei svolge una semplice ricerca su internet troverà sicuramente corsi accreditati con CFP su quella materia e potrà maturare anche tutti i 60 CFP previsti nel triennio frequentando solo corsi su tale tematica.

Qui Gianni mi trovi concorde....io stessa ho frequentato un corso nel triennio precedente ben diverso dalla mia attività principale e ho acquisito 80 C.F.P.....

pur seguendo puntualmente (come sempre fatto) ed apprezzando la validità del corso, non riuscissi (per qualsiasi motivo, anche di sfortuna o errore) a superare nessuno dei test predisposti,

Mi creda, questo problema non sussiste. Come avrà avuto modo di constatare lei stesso al corso “Tecniche di rilievo per lavori catastali e di riconfinazione” che ha frequentato con noi nel 2016, i test non sono sviluppati sulla base dell’esperienza data già per acquisita sulla materia del corso, ma sono concepiti solo per accertare che l’iscritto abbia diligentemente seguito la lezione.

Gianni, penso di poter tranquillizzare il Collega. Io ho seguito più di corso. Si, è vero, bisogna seguire le lezioni. Bisogna spendere un po' di tempo. Io per esempio prendevo appunti...ma alla fine ci sono le slide... (io me le sono stampate e consultate al momento del test)...e comunque ci sono sempre due prove per cui se la prima fallisce il sistema ti "suggerisce" in quale argomento sei carente

Questo significa che per un corso “base” come “Il Valutatore Immobiliare Certificato”, se anche lei è completamente a digiuno della materia, riuscirà tranquillamente a superare i test semplicemente seguendo con attenzione le lezioni.

Pensi solo al fatto che i test dei nostri corsi vengono superati mediamente dal 95% degli iscritti.

Nel corso “Il Valutatore Immobiliare Certificato” basta superarne 3 su 8 per raggiungere l’80% e maturare i crediti. Mi creda ancora, se un iscritto non supera nemmeno 3 test, non è perché è novizio della materia, ma è perché non ha seguito le lezioni e vuole soltanto maturare i crediti senza il benché minimo sforzo. Ma allora è giusto che i crediti non li ottenga.

da ciò che ho compreso e visto fino ad oggi mi pare di capire che non viene assegnato alcun C.F.P. ed il corso di fatto diventa una informazione acquisita pressoché inutile ai fini della mia professione specifica e nullo ai fini della formazione professionale secondo Regolamento.

Scusa collega ma se non ho capito male io il corso di Valutatore Immobiliare Certificato prevede l'acquisizione di 24 C.F.P. ...correggi Gianni se ho interpretato male

Le ribadisco che se la sua attività è maggiormente orientata, ad esempio, alla topografia e il catasto, non avrà alcun problema a frequentare (in ben 3 lunghi anni) corsi solo su questi temi per maturare tutti i 60 crediti.

Le faccio un esempio: noi del Collegio di Padova abbiamo riaccreditato anche per il 2018 il corso “Topografia per Catasto e riconfinazioni” tenuto nel 2017. È un corso suddiviso in n. 7 moduli in funzione di altrettanti argomenti che, se frequentati tutti e 7, danno ben 84 crediti. Come vede quindi, se lei volesse, può limitarsi a svolgere solo questo corso per sopperire all’obbligo dei crediti, senza bisogno di iscriversi a corsi su altre materie che non le interessano.

Vista sotto questo aspetto la questione non è proprio allettante, perché purtroppo è giusto impegnare del tempo per seguire i corsi, oltre che sostenerne i costi, ma sarebbe opportuno impegnarsi dove è possibile avere qualche risultato, quantomeno di regolarizzazione professionale.
Le esprimo questo dubbio per poter avere una precisazione in merito, prima di prendere alcune decisioni, sperando di avere compreso in modo errato come è predisposto questo tipo di formazione.

Credo di averle risposto con quanto sopra, ma se non fossi stato sufficientemente esauriente, mi risponda pure qui sul forum e sarò ben lieto di approfondire eventuali dubbi che le rimangono.

La ringrazio anticipatamente e attendo sue indicazioni.

Si figuri, sono io a ringraziarla per avermi dato lo spunto di esprimere a tutti i colleghi del forum le mie considerazioni sui punti da lei giustamente sollevati.

Vorrei solo aggiungere, anche se mi sembra una ripetizione, che di corsi ce ne sono molti accreditati.....che spaziano in molteplici campi di attività.
Franca

Ciao Gianni ho letto con interesse quanto esposto dal collega geometra. Ho anche letto quello che tu hai risposto. Francamente (e chi più di me può dirlo :D ...) trovo le tue argomentazioni più che rispondenti a quanto è l'orientamento normativo. Vorrei provare a "ripercorrere" i passi che hai evidenziato della mail >Ciao a tutti, >riporto di seguito la mia risposta ad un collega geometra che, prendendo spunto dalla mia proposta del corso "Il Valutatore Immobiliare Certificato", mi ha scritto una mail privata esprimendomi i suoi dubbi sull'attuale impostazione della formazione continua basata sui crediti. >Ritengo infatti che le sue considerazioni siano ragionevoli e condivise anche da molti altri colleghi, per cui mi farebbe piacere se anche altri frequentatori questo forum riportassero il loro pensiero sul tema. >>avrei bisogno di un precisazione circa l'assegnazione dei C.F.P. seguendo i vostri corsi. >Giustamente i corsi sono indetti per una maggiore formazione tecnica, ma comunque sono indispensabili anche ai fini dell'ottenimento dei Crediti Formativi, altrimenti ognuno potrebbe "formare" la propria esperienza a proprio piacimento. >Pur essendo obbligatorio l’ottenimento dei crediti, l’offerta di formazione attualmente disponibile è talmente vasta che abbraccia tutte le possibili materie professionali di competenza di un geometra, il quale può quindi comunque indirizzare la propria formazione soltanto sulle tematiche di suo interesse. Vorrei solo sottolieneare (scuca Gianni non me ne volere) che parlado di "seguendo i vostri corsi" non vorrei che il collega pensasse che SOLO seguendo questi corsi si ha l'assegnazione dei C.F.P....più oltre lo ribadisci comunque anche tu >> La mia domanda può essere banale, ma anche logica, facendo un esempio molto ipotetico per comprensione. >Faccio il caso (puro esempio) che la mia professione sia indirizzata ad un settore tecnico completamente diverso dalle valutazioni immobiliari: >Come detto sopra, qualsiasi sia il settore tecnico da lei preferito nell’ambito della sua attività professionale, se lei svolge una semplice ricerca su internet troverà sicuramente corsi accreditati con CFP su quella materia e potrà maturare anche tutti i 60 CFP previsti nel triennio frequentando solo corsi su tale tematica. Qui Gianni mi trovi concorde....io stessa ho frequentato un corso nel triennio precedente ben diverso dalla mia attività principale e ho acquisito 80 C.F.P..... >> pur seguendo puntualmente (come sempre fatto) ed apprezzando la validità del corso, non riuscissi (per qualsiasi motivo, anche di sfortuna o errore) a superare nessuno dei test predisposti, >Mi creda, questo problema non sussiste. Come avrà avuto modo di constatare lei stesso al corso “Tecniche di rilievo per lavori catastali e di riconfinazione” che ha frequentato con noi nel 2016, i test non sono sviluppati sulla base dell’esperienza data già per acquisita sulla materia del corso, ma sono concepiti solo per accertare che l’iscritto abbia diligentemente seguito la lezione. Gianni, penso di poter tranquillizzare il Collega. Io ho seguito più di corso. Si, è vero, bisogna seguire le lezioni. Bisogna spendere un po' di tempo. Io per esempio prendevo appunti...ma alla fine ci sono le slide... (io me le sono stampate e consultate al momento del test)...e comunque ci sono sempre due prove per cui se la prima fallisce il sistema ti "suggerisce" in quale argomento sei carente >Questo significa che per un corso “base” come “Il Valutatore Immobiliare Certificato”, se anche lei è completamente a digiuno della materia, riuscirà tranquillamente a superare i test semplicemente seguendo con attenzione le lezioni. >Pensi solo al fatto che i test dei nostri corsi vengono superati mediamente dal 95% degli iscritti. >Nel corso “Il Valutatore Immobiliare Certificato” basta superarne 3 su 8 per raggiungere l’80% e maturare i crediti. Mi creda ancora, se un iscritto non supera nemmeno 3 test, non è perché è novizio della materia, ma è perché non ha seguito le lezioni e vuole soltanto maturare i crediti senza il benché minimo sforzo. Ma allora è giusto che i crediti non li ottenga. >> da ciò che ho compreso e visto fino ad oggi mi pare di capire che non viene assegnato alcun C.F.P. ed il corso di fatto diventa una informazione acquisita pressoché inutile ai fini della mia professione specifica e nullo ai fini della formazione professionale secondo Regolamento. Scusa collega ma se non ho capito male io il corso di Valutatore Immobiliare Certificato prevede l'acquisizione di 24 C.F.P. ...correggi Gianni se ho interpretato male >Le ribadisco che se la sua attività è maggiormente orientata, ad esempio, alla topografia e il catasto, non avrà alcun problema a frequentare (in ben 3 lunghi anni) corsi solo su questi temi per maturare tutti i 60 crediti. >Le faccio un esempio: noi del Collegio di Padova abbiamo riaccreditato anche per il 2018 il corso “Topografia per Catasto e riconfinazioni” tenuto nel 2017. È un corso suddiviso in n. 7 moduli in funzione di altrettanti argomenti che, se frequentati tutti e 7, danno ben 84 crediti. Come vede quindi, se lei volesse, può limitarsi a svolgere solo questo corso per sopperire all’obbligo dei crediti, senza bisogno di iscriversi a corsi su altre materie che non le interessano. >>Vista sotto questo aspetto la questione non è proprio allettante, perché purtroppo è giusto impegnare del tempo per seguire i corsi, oltre che sostenerne i costi, ma sarebbe opportuno impegnarsi dove è possibile avere qualche risultato, quantomeno di regolarizzazione professionale. >Le esprimo questo dubbio per poter avere una precisazione in merito, prima di prendere alcune decisioni, sperando di avere compreso in modo errato come è predisposto questo tipo di formazione. >Credo di averle risposto con quanto sopra, ma se non fossi stato sufficientemente esauriente, mi risponda pure qui sul forum e sarò ben lieto di approfondire eventuali dubbi che le rimangono. >> La ringrazio anticipatamente e attendo sue indicazioni. >Si figuri, sono io a ringraziarla per avermi dato lo spunto di esprimere a tutti i colleghi del forum le mie considerazioni sui punti da lei giustamente sollevati. Vorrei solo aggiungere, anche se mi sembra una ripetizione, che di corsi ce ne sono molti accreditati.....che spaziano in molteplici campi di attività. Franca
130
viste
1
risposte
2
followers
anteprima
insirisce almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai citato %MENTIONS%, ma questi non possono vedere questo messaggio e non ne saranno notificati
Salvataggio...
Salvato
Tutti i post di questo topic saranno cancellati ?
Bozza in sospeso ... Clicca per riprendere l'editing
Annulla bozza